Suggestioni ed emozioni … “MC2” incanta gli ospiti

Amanti dell’arte e appassionati di teatro, giornalisti e grandi ospiti istituzionali gli “spettatori” di “MC2 Mothers’Colors2”, la performance di prosa, canto, danza, musica e pittura messa in scena da EsosTheatre di Sasà Neri con la pittrice Solveig Cogliani e promossa da Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo in collaborazione con Fondazione Orestiadi al Museo delle Trame Mediterranee di Gibellina.

A introdurre la giornata la dott.ssa Raffaella Salato di Fondazione Terzo Pilastro, la prof.ssa Francesca Corrao e l’on. Calogero Pumilia di Fondazione Orestiadi. Nei loro interventi è stato sottolineato in particolare il valore dell’arte quale volano insostituibile di crescita personale e sviluppo comunitario: su questo elemento, è stato detto, si è fondata la volontà del presidente di Fondazione Terzo Pilastro, prof. avv. Emmanuele Emanuele, di promuovere e supportare la performance di oggi coinvolgendo in una piena, e attiva, collaborazione la Fondazione Orestiadi. Le due Fondazioni sono orgogliose di presentare il momento d’arte odierno che illustra perfettamente il loro comune sentire”.

Le suggestioni della performance hanno poi suscitato ulteriori commenti.

“La Fondazione Orestiadi – ha ricordato il presidente on. Pumilia – non è nuova a sperimentazioni artistiche. Di MC2 mi colpisce particolarmente la compiuta integrazione tra diverse arti e diversi artisti che, insieme, svolgono un racconto corale e molto emozionante”.

“L’impegno dei singoli per riconoscere, svelare e creare bellezza – ha detto la prof.ssa Corrao, presidente del comitato scientifico della Fondazione Orestiadi – è l’impegno fondamentale dell’essere umano, quello in cui l’umanità afferma se stessa. Qui, oggi, grazie grazie alla dedizione e partecipazione della pittrice Cogliani e grazie al talento e alla bravura dei performer di EsosTheatre e della loro guida, il maestro Neri con la vocal coach Agnese Carrubba e la coreografa Claudia Bertuccelli, abbiamo assistito esattamente a questo: un momento di riconoscimento, svelamento e creazione di bellezza”.

“Si tratta di un progetto dalle forti connotazioni mediterranee: siciliana è la compagnia teatrale Esostheatre e di origini siciliane l’artista Solveig Cogliani, per non parlare del Museo delle Trame Mediterranee, che è un vero e proprio crogiuolo di culture. Questa performance, di arte nell’arte ed arte che ispira altra arte, è un mirabile esempio di come la cultura possa diventare strumento principale di dialogo e contaminazione, oltre che veicolo privilegiato di valori etici e di riscatto sociale. Nel segno di quella che è, da anni, la missione della Fondazione Terzo Pilastro e del suo Presidente.”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *